Abissi un sensazionale viaggio interiore. Workshop e performance di teatro sensoriale

Abissi un sensazionale viaggio interiore. Workshop e performance di teatro sensoriale

Due giorni per lavorare sulla fiducia, sviluppare l’ascolto, ricercare e sperimentare il proprio corpo, la propria voce e il contatto umano.

“Saremo guide e passeggeri in lungo viaggio interiore in cui lasciarsi andare a poco a poco, incontrando nuovamente noi stessi attraverso gli altri, spogliandoci della nostra quotidianità.
lasciando andare le paure, le convinzioni, gli schemi mentali, diventiamo sereni punti d’ appoggio e rilassati inviti al pubblico a lasciarsi andare” ci raccontano gli organizzatori. “I temi del workshop saranno: Teatro fisico e sensoriale, Ricerca sonora e vocale, Ascolto, Presenza, Fiducia, Apertura, Tatto, Contatto”.

Per chi vuole scoprirsi, mettersi in gioco, conoscere nuove persone e vivere un esperienza forte.
Per chi vuole sperimentare se stesso attraverso un’intima forma d’arte.

Presso Alma d’Arte, la scuola civica d’arte attiva da ormai un anno sul territorio di Sant’Angelo a Cupolo.

PROGRAMMA

Sabato 12 maggio dalle 16,00 alle 20,00 e domenica 13 maggio per l’intera giornata che culminerà alle 20,00, in occasione del primo anno di Alma d’Arte, nella performance Abissi – un sensazionale viaggio interiore.

Per partecipare al workshop è necessario prenotare entro martedì 8 maggio (329 7340401 Gianpaolo, 347 7766197 Carla).

Per fare esperienza della performance è necessario prenotare entro l’11 maggio (349 0649667 Flavia).

 Un eterogeneo gruppo di artisti ha deciso di costruire una balena nel cui ventre si possa fare un’ intensa esperienza del momento presente.

“Balena”, un’installazione che apparirà dal nulla nelle strade del mondo, sarà abitata da performers che guideranno gli ignari passanti in quest’intensa esperienza di purificazione. Il pubblico, accolto nel ventre caldo della balena ed immerso in suoni, odori, sensazioni tattili, vivrà una forte esperienza di presenza. Partecipando al workshop non solo contribuirai a finanziare la costruzione dell’installazione “Balena” ma avrai la possibilità di entrare a far parte di questo progetto.

CHI SIAMO

Il gruppo è costituito da:

Gianpaolo Iannace – cofondatore dell’associazione culturale “Nuova Destinazione d’Uso”, conduttore di laboratori di Circo, artista di strada e performer nella compagnia internazionale di teatro immersivo “Terre-Moto”;

Flaminia Samperi – studentessa di musica, pianista, cantante nel gruppo musicale “Slow Nerve”, da poco si sperimenta in varie esperienze laboratoriali e performative, da sempre attratta dalle svariate forme di espressione che hanno come filo conduttore la consapevolezza;

Flavia Iori – cofondatrice dell’associazione culturale “Nuova Destinazione d’Uso”conduttrice di laboratori di pittura e circo-teatro, artista di strada, alla costante ricerca di luoghi d’arte non convenzionali;

Aldo Galasso – batterista, percussionista dalle molteplici esperienze. Da sempre ama muoversi nel campo della ricerca e della sperimentazione;

Carla Iorio – laureata al liceo artistico di Benevento e alla ILAS Designers School di Napoli, specializzandosi in grafica pubblicitaria. Attualmente studia al conservatorio di musica Nicola Sala di Benevento. Si diletta in varie sperimentazioni artistiche tra cui gruppi musicali (Kairos), grafica, illustrazione, fumetto, laboratori e performance d’arte;

Giulio Izzo – studente di musica, contrabbassista e bassista, ha fatto parte di diverse formazioni inedite tra cui l’attuale “Slow Nerve”. Interessato da sempre all’interazione tra diversi tipi di arte, sperimentandosi nelle performance “Protean Self” e “Viaggio al suono della notte”

Tatiana Pinchuk – sperimenta l’insegnamento della lingua Russa tramite il gioco e la musica, appassionata di bioenergetica e meditazione.

Associazione Kinetta – L’associazione Kinetta che gestisce lo spazio Labus ha una spiccata vocazione cinematografica ma allo stesso tempo organizza attività legate alla fotografia, la musica e qualsiasi altra cosa possa stimolare l’attenzione e la curiosità dei suoi associati.

One Response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *