Adriana Follieri

Adriana Follieri

Insegnante di Teatro

Sono italiana, campana, donna, e ancora per poco under 35. Studio e pratico il teatro e le arti della scena da oltre 24 anni. Nei primi dieci anni di vita mi sono preparata a quello che sarebbe stato dopo. Il mio CV sintetizza la sproporzione in termini che rappresento e sono: attrice, regista, drammaturga, formatrice… teatrante tout court, con il preciso obiettivo di perseguire la maggiore trasversalità professionale possibile, ma sempre coltivando il mio ruolo specifico con competenza profonda e specializzata. Diffido dunque dell’approssimazione e favorisco la cooperazione che qualifichi tutti gli attori coinvolti. A proposito di attori, amo lavorare con quelli colti, consapevoli della poetica, della politica, della potenza del teatro e dell’eco che scatena sui suoi spettatori. A proposito di spettatori, ne curo la formazione condividendo centinaia di visioni, e continuando contemporaneamente ad alimentare e formare il mio sguardo curioso.

Il linguaggio del mio lavoro è la sintesi evolutiva di tutti gli incontri straordinari avvenuti e ancora in corso, della collaborazione pratica con artisti di livello internazionale, oltre che dell’esperienza diretta in contesti così diversi da fornirmi un variegato e ricco alfabeto espressivo, agio e disagio, luce e buio, scoprendo che non esiste alcuna differenza se si è capaci di avere sguardo aperto e non perdere il proprio centro.

Non mi risparmio, e l’umiltà della pratica scenica che esercito è pari solo alla superbia con cui la difendo di fronte ai falsari.

Nel 2009 fondo con il fotografo e light designer Davide Scognamiglio l’Associazione di Promozione Sociale MANOVALANZA, con l’obiettivo di edificare un “luogo interiore stabile” che produca presenza attiva attraverso le arti, partecipazione critica e consapevole, innovazione culturale, formazione e produzione di opere dal carattere originale. MANOVALANZA produce tutti i miei lavori artistici, è motore propulsivo di tutte le attività di formazione, ricerca e creazione artistica tra teatro e fotografia, nonché capofila del bel progetto Alma d’Arte che con dolcezza ed energia sta trasformando la bella dormiente del Sannio in una piccola dea del risveglio alle arti e alla relazione sociale.

Cerco un racconto variegato di me, eppure tutto sembra somigliare al teatro, tutto sembra essergli utile: ballo il tango argentino, se la musica chiama e la schiena non duole; canto, da sola, a lezione, in scena; intuitivamente e selvaggiamente mi occupo della comunicazione dei miei lavori.

Instancabilmente leggo, studio, osservo, rifletto, discuto, ascolto.

Lavoro molto, con gli altri, con cura. (Che senso ha se solo tu ti salvi)


Insegnante di teatro

Orario corsi


Contatti

Email: adrianafollieri@hotmail.it