Progetto “sex_(H)umàn” | Laboratorio a cura di Enzo Mirone

Progetto “sex_(H)umàn” | Laboratorio a cura di Enzo Mirone

 


progetto “sex_(H)umàn”

di Enzo Mirone

“_(H)umàn” è un progetto che si articola attraverso molteplici percorsi di lavoro costruiti grazie ad una pratica estremamente rigorosa e sulla base di una altrettanto rigorosa e appassionata riflessione teorica.

“_(H)umàn”, alla sua terza tappa, è realizzato grazie al sostegno della Cooperativa Sociale Immaginaria onlus (BN) presso la “Scuola Civica Alma d’Arte” di Sant’Angelo a Cupolo e, negli ultimi anni, ha trovato spazio all’interno del Napoli Teatro Festival che ospita il progetto nella sezione invernale “Quartieri di vita”.

dicembre 2017_“l’Orfeo di Euridice” (Quarto ed ultimo della trilogia dell’amore) è stato realizzato in collaborazione con gli  SPRAR di Petruro Irpino e Chianche (AV).

dicembre 2018_“Macello d’Amore” (Quinto ed ultimo della trilogia dell’amore) è stato realizzato in collaborazione con U.O.S.M (Unità Operativa Complessa di Salute Mentale) di Puglianello (BN) e “l’Aquilone” Cooperativa Sociale di Solopaca (BN).

La Cooperativa Sociale Immaginaria onlus, fortemente radicata sul territorio e, fin dalla sua fondazione, impegnata in attività finalizzate a sviluppare e condividere un’idea dell’arte come strumento di crescita individuale e collettiva, come mezzo d’inclusione e sviluppo sociale.

“_(H)umàn” torna ad Alma d’Arte con un nuovo percorso di lavoro che avrà come obiettivo l’approfondimento delle vicende legate al mito dell’Androgino a partire dalla versione fornita da Platone nel Simposio. Diventa “sex _(H)umàn” ed esplora il rapporto possibile tra maschile e femminile alla luce delle riflessioni su erotismo e trasgressione di Georges Bataille.

Interrogare il Mito per sapere “chi” e “a che punto del cammino” siamo.

     ipotesi di lavoro intorno a “se_(x)es”

     Sessi: immaginario, mistificazioni, mitologie.

 

“Dell’erotismo si può dire, innanzitutto, che esso è l’approvazione della vita fin dentro la morte”.

da “L’erotismo” di Georges Bataille

sessione I _ Platone e Georges Bataille.

“Dall’educazione sessuale di base al porno di massa, dalla figura mitologica dell’androgino alle lotte per la parità di genere, dalle metamorfosi dell’indovino Tiresia alle frontiere più avanzate della chirurgia estetica”.

INFORMAZIONI TECNICO_LOGISTICHE

La sessione di lavoro intensiva avrà luogo al 26 al 28 aprile:

Venerdì 26 aprile | dalle ore 14:30 alle ore 19:30

Sabato 27 aprile | dalle ore 16:00 alle ore 21:00

Domenica 28 aprile | dalle ore 10:00 alle ore 19:00

Prossime sessioni:

10 – 12 maggio

giugno (da verificare)

19 – 21 luglio

23 – 25 agosto

20 – 22 settembre

Quota di iscrizione per ogni sessione 50,00 euro.

MODALITA’ D’ISCRIZIONE:

– invio della scheda d’iscrizione, scaricabile qui, ad info@almadarte.it
– versamento della quota d’iscrizione di 50 euro su C/C bancario
intestazione c/c: Scuola Civica Alma D’Arte
iban: IT35Q0760105138281926481932
o direttamente nella sede di Alma d’Arte.

In caso di annullamento la quota verrà restituita interamente.

In caso di ripensamento del partecipante la quota verrà restituita solo se sarà comunicato entro la data di scadenza d’iscrizione.

Verranno comunicate per tempo, attraverso una mail, a tutti i partecipanti indicazioni di letture utili e materiale (vestiario, oggetti…) necessari al lavoro.

Il laboratorio si svolgerà presso “Scuola Civica Alma d’Arte” (BN) – via della Repubblica, 16 – Frazione di Motta – Sant’Angelo a Cupolo e avrà inizio al raggiungimento di un numero minimo di 10 partecipanti.

 Per ragioni strettamente connesse al lavoro, le adesioni dovranno essere confermate almeno una settimana prima dell’inizio del laboratorio. 

 


Attore, regista, video-maker e musicista

Enzo Mirone

Il suo percorso di formazione “artistica” comprende studio e pratica scenica di diverse tecniche teatrali tra cui quelle del mimo corporeo di Decroux, della Biomeccanica della scuola russa di Mejerchol’d, del Circo ed, in particolare, quelle del Clown, della maschera della Commedia dell’Arte e della Danza balinese, della Danza Kathakali, dell’Opera di Pechino, delle Arti Acrobatiche e della Musica.

Ha scelto come maestri e lavorato, inseguendoli in lungo e in largo attraverso l’Italia, con Michele Monetta, Nikolaj Karpov, Antonio Fava, Claudia Contin, Ferruccio Soleri, Wayan Puspayadi, Bruno Zhulke, Pierre Bylan, Leris Colombaioni, Margit Martinu, Giovanni Tamborrino, Mario Barzaghi, Marco Sgrosso, Elena Bucci, Gilles Coullet, Mariangela Gualtieri, Danio Manfredini, Accademia degli Artefatti, Laura Curino, Massimo Lanzetta, Armando Punzo.

Ha lavorato a teatro con Katzenmacher di Alfonso Santagata, Tina Nielsen (Odin Teatret), con la Bosio Big Band di Ambrogio Sparagna, Giovanni Lindo Ferretti, Patrizio Trampetti, Claudio Di Palma, Nadia Baldi, Cloris Brosca, Lello Arena, Isa Danieli e la “Confraternita dei Precari” di Paolo Rossi. Nell’opera lirica con Riccardo Muti e Ruggero Cappuccio.

Il suo obiettivo è quello di incontrare e mettere in bilico, a mezzo dei suoi principali progetti, il maggior numero di persone possibile. Si da briga di spremersi idee e di realizzarle coinvolgendo, eterni passeggeri, pochi vicini di culla/banco. Svolge il più rigorosamente possibile il suo lavoro di ricerca di regista, musicista e attore ideando, progettando e realizzando laboratori, performance, spettacoli e concerti in collaborazione con enti pubblici e privati, associazioni, università, scuole e con chiunque voglia condividere il suo bagaglio tecnico – poetico.
“ex_(H)umàn” è l’ultimo, in ordine cronologico, di una serie di progetti_laboratorio realizzati (“Les forcenès”, “Caustic Tavùto show”, “Tracce”).